Tra orrido e sublime

Catania, lungomare

L’orrido risiede nel pensiero del suono tremendo che avrà prodotto, nel Medioevo, l’incontro tra il fronte lavico e l’acqua del mare; il sublime nel perfetto, inconsueto equilibrio tra due colori che solitamente non accostiamo, il blu e il nero.

20 pensieri riguardo “Tra orrido e sublime

  1. che meraviglia Catania…io sono nato a Reggio Calabria,nel mio cuore ci sarà per sempre il Blu dello stretto ed il nero dell’Etna è la cartolina più bella della mia vita,il vulcano c’è l’ho davanti casa mia a 10km in linea d’area con lo Stretto di Messina che di allarga verso il Mediterraneo.. adesso sono al Nord..ma mio padre è tornato a godersi la pensione e mio fratello si è trasferito un mese fa a casa sua…
    che meraviglia il Sud ed i suoi colori, l’animo gentile che si riscontra nelle persone…❤️

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...